Le 5 cose da non fare quando si esce a cena condei neo genitori e il loro bebè di pochi mesi

ristorante-con-bambini

Sin da appena nata, ho sempre cercato di abituare la piccola nana a non stare rinchiusa in casa, ma ad uscire e a passare il più tempo possibile in mezzo alla gente, specialmente per pranzo e cena. Lei da parte sua, ha sempre accettato di buon grado questa mia sorta di imposizione, le è sempre piaciuto essere circondata da persone ed ha imparato subito a non essere una bimba pestifera, ma una brava commensale. Ecco, lei ha appreso subito le regole dello stare a tavola (dobbiamo ancora affinare la parte in cui non si mangia pane a sfondamento, lasciandone cadere almeno metà a terra, ma mi posso ritenere a buon punto), in compenso chi ci ha tenuto compagnia in queste occasioni, ha dimostrato di non sapere come comportarsi in presenza di neogenitori alle prese con un bebè in diverse occasioni. Ecco a voi cinque consigli da seguire per evitare che alla prossima cena, una neo mamma decida di sfogarsi lanciandovi addosso il piatto degli antipasti.

child-in-restaurant-e1394123744884

  1. L’atto di dare da mangiare ad un bambino è un rito speciale e unico. Se una mamma non è riuscita a dargli la pappa prima di arrivare a cena e deve dargliela mentre è a tavola con voi, non disturbatela per favore con consigli e suggerimenti. Credetemi, probabilmente è anche vero che voi con i vostri figli riuscivate a farli mangiare solo se cantavate e ballavate la samba, ma sarebbe meglio non invadere il campo, distraendo il bambino attirando su di voi l’attenzione con gesti, parole o suoni (credete se vi dico che una volta una persona si è messa a saltellare dietro di me, sostenendo che in questo modo avrebbe distratto la nana e l’avrebbe invogliata a mangiare?): una mamma sa in quali condizioni il figlio preferisce mangiare e se già è difficile mantenere la sua attenzione in un luogo pubblico come ad esempio un ristorante, immaginate se qualcuno fa di tutto per distrarlo ancora di più, come sarà idilliaco il momento del pasto.
  2. Non fate mille commenti dispregiativi sulla pappa. Di certo una mamma avrà messo tutto il suo cuore per cucinarla al meglio, evitate di elencare gli ingredienti che avreste usato voi e come l’avreste resa più saporita in modo naturale. Non capisco come sia possibile, ma anche se in teoria ci sono delle regole da seguire per il cibo dei più piccoli (anche per chi sceglie di optare per l’autosvezzamento, infatti, c’è un sentiero da seguire… la carbonara a sette mesi no, insomma), non appena si parla di cibo, anche per i più piccoli, appare sempre qualche novello Masterchef che sa tutto sul modo migliore e più sano per nutrire un neonato. Ascoltate, lo sappiamo tutti che senza sale le cose non sono il massimo, ma così s’ha da fare, punto e stop. E comunque scegliamo tutte i prodotti dalla qualità migliore, credeteci! Basta consigli inutili su quale macellaio dall’altra parte della regione abbia la carne migliore, il tempo con un nano scarseggia, sempre al negozio sotto casa andrò a far la spesa!
  3. Punto che io sento molto a cuore, forse perché mia figlia è in realtà un pozzo senza fondo. Capita difatti che, nonostante abbiano già mangiato un piatto da bimbo delle elementari, più frutta e pezzo di pane, che i nanetti dimostrino di voler ancora mangiare, in particolar modo se noi davanti a loro lo facciamo. Chiamatelo spirito di imitazione o come preferite, sembra comunque che il loro stomachino non abbia mai fondo. Ecco, non per questo gli si deve continuare a dare cibo. Sapete quei cartelli che sono esposti negli zoo: “Dont’ feed the animals”? Ecco, credo ne comprerò uno per Alice: “Non nutrite la bambina”. E per favore, se proprio volete darle da mangiare, mettete un po’ di logica in questo vostro agire. Come ho scritto sopra, magari la carbonara a sette mesi non va bene, ma nemmeno la crostata ripiena di burro, zucchero e olio di palma è l’ideale. Per favore se proprio volete far loro assaggiare le melanzane alla parmigiana, prima chiedetecelo, grazie. (Così vi possiamo mostrare dove dovreste mettervele le vostre melanzane).
  4. A meno che non vogliate provare l’ebbrezza di quei Paesi dove a fine pasto per festeggiare lanciano i piatti a terra, non appoggiate nulla vicino al neonato. Perché qualunque cosa si trovi davanti, crederà sia un gioco, fosse un piatto, un bicchiere, una posata…. Qualunque cosa! E così la prenderà, la metterà in bocca e poi, sentendola insapore, la lancerà via per dedicarsi a qualcosa di nuovo…. Perciò se ci tenete a non dover rimborsare il ristorante anche del costo del servizio di piatti o se i neogenitori con creatura sono vostri ospiti e ci tenete al servizio buono, tutto ben lontano dal nanetto. Credete: anche il bebè più dolce e tranquillo ha una velocità nel prendere e scaraventare oggetti che non ve la immaginate neppure.
  5. Se lo vedete composto, seduto bene, che non urla o piange, spesso è anche perché i genitori hanno impiegato mesi a insegnarli che mentre mangiano lui può stare lì con loro, ma seduto in ordine nel suo seggiolone. Assolutamente, non prendetelo in braccio per passarvelo da un commensale all’altro, senza chiedere prima a mamma e papà. Sì, mi è successo, mi sono girata un attimo e qualche simpatico parente ha subito afferrato la nana, che avevo appena convinto che stare nel seggiolone fosse la cosa più bella del mondo, e le ha fatto fare il giro della tavola… Non vi dico quanto sia stato semplice convincerla di nuovo a sedersi dopo.

svezzamento

E questi sono solo i primi suggerimenti… Voi invece come vi trovate con i vostri nanetti al ristorante? Causa persa o vittoria a tutto fronte?

A breve anche un articolo su cosa non fare in generale quando una famiglia con neonato ci viene a trovare (o la incrociamo per strada). Buon inizio settimana!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...