La festa della mamma. Ovvero: ecco perché per festeggiare potrebbe essere meglio prenotare una giornata alle terme da sola

mother-day-flowers-2014-5

La vedete questa immagine?

Ecco, così è come qualunque mamma sogna il risveglio il giorno della sua festa, un’immagine che può variare a seconda dell’età dei pargoli: se hanno pochi mesi, come la mia nanetta, ti aspetti un regalo da parte del neo papà, se frequentano già l’asilo, ti aspetti biglietti fatti a mano con disegni improponibili ma pieni di affetto… E così via in un crescendo che ti posta ad aspettarti una borsa di marca o qualche gioiello dal figlio ormai lavoratore ed emancipato (ma che sempre ti porta nel cuore specialmente in questa giornata).

Ma purtroppo non è sempre così (e l’ho purtroppo in parte sperimentato sulla mia pelle). Ad esempio può capitare di svegliarsi e trovare questa visione:

Sì, capito bene: una cucina disastrata, ma non solo, anche panni sporchi o da stirare sparsi ovunque per la camera da letto… Cari padri e cari figli: se proprio non riuscite ad aiutare a risistemare la casa, almeno questo giorno riuscireste a non incrementare il disordine casalingo?

Sognavate poi una dolce brioche col vostro ripieno preferito? No, al massimo come colazione potreste dovervi accontentare dell’avanzo della torta (ottima naturalmente) da voi stesse preparata per la cena del sabato sera…

Però potreste sempre avere l’onore di ricevere gli auguri direttamente dal giornalista di Sky Sport (sì, c’è il rischio di doversi pure sorbire il resoconto dei gol degli anticipi del campionato di calcio per far contento l’uomo o gli uomini di casa, neanche con la televisione rischiereste di trovare una gioia…).

A quel punto il dolce papà potrebbe rendersi conto che è una giornata speciale per voi (esatto, ha sentito anche lui il cornista in televisione parlare della festa della mamma), dunque potrebbe illudervi con la promessa di un festeggiamento in un bel ristorantino.

Peccato che il ristorantino progettato dal simpaticone fosse un “fantastico” All you can eat (sì, di quelli dove si trova cinese, giapponese finto, grigliata e credo anche piatti di origini sconosciute ai più, oltre al gelato tutti gusti), ripieno di comitive impegnate a festeggiare comunioni e battesimi con livelli di voce che l’inquinamento acustico di un aeroporto in confronto è rilassante come il canto degli uccellini.

Credete sia abbastanza? Affatto, ricordate che come ho scritto sopra il cuore di un figlio sarà sempre legato alla madre, così la vostra giornata potrebbe finire a casa dell’amata suocera, per una cena volta a ricordarvi chi si la madre migliore al mondo.

In fondo come minimo avrà preparato per il figlio il suo piatto preferito che voi non immaginate nemmeno di mettervi dietro a cucinare…

Ed eccovi finalmente arrivate alla conclusione della giornata, momento nel quale potreste pensare di scaricarvi da qualche sito il manuale del perfetto divorzio, ma cercate di ricordare i metodi di rilassamento imparati durante il corso di yoga o quello pre parto, e così, tra un’inspirazione e un mantra, scaricare invece l’elenco dei centri termali migliori dove rifugiarsi una giornata per trovare un po’ di relax.

Perché la vera forza di noi donne sta nel sapere come trovare la felicità, e se lo shopping non basta, un paio di massaggi certo ci faranno sopportare meglio quegli impiastri dei nostri compagni.

E comunque ancora tanti auguri a tutte le mamme!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...